Home  >  Azienda  >  Storia  >  Lo Sviluppo

Lo Sviluppo

Gli Anni '60

Ben presto, grazie anche al costante potenziamento delle sue strutture l'A.C.M.A.R. varca i confini della provincia e della regione sull'esempio delle più importanti imprese concorrenti, acquisendo significative commesse soprattutto in Toscana, Piemonte, Marche e Liguria.

I consolidati rapporti con la clientela pubblica e privata, le buone relazioni col sistema bancario e industriale, le consentono di passare indenne fra le varie crisi cicliche di natura congiunturale e strutturale che in più occasioni travagliano il settore delle costruzioni. Crisi che, a partire da quella più perniciosa dei primi tempi degli anni ‘60, vengono via via superate attraverso svolte innovative dei processi produttivi in rapporto ci mutamenti di mercato, ma anche con sforzi strategici di posizionamento in nuovi mercati.

Con l'iscrizione all'Albo Nazionale Costruttori (ANC), avvenuto nel 1965 la cooperativa entra a far parte dell'albo di fiducia di molti enti locali e nazionali, ministeri, grandi aziende pubbliche ed a partecipazione statale, realizzando su loro commesse anche opere particolarmente significative, come confermano le iscrizioni anche per importi illimitati via via acquisite in 20 categorie diverse.

In quegli anni la cooperativa annovera oltre trecento maestranze, a maggioranza di soci, con diverse specializzazioni estese anche ai lavori di movimento terra, acquedottistica e di costruzione stradale.