Qualifiche e certificazioni



Contatti

Tel. 0544/244411

Fax. 0544/32022 - 35376

Vedi tutti i contatti

Responsabilità ambientale

Corretto utilizzo delle risorse e rispetto dell'ambiente

Nella consapevolezza che l’ambiente rappresenta e rappresenterà sempre di più in futuro, un aspetto chiave nello sviluppo del benessere della comunità e quindi anche un vantaggio competitivo, in un mercato sempre più allargato ed esigente nel campo della qualità e dei comportamenti, le Società del Gruppo, si impegnano a rispettare la normativa nazionale in materia di tutela e protezione ambientale, promuovendo una conduzione delle proprie attività incentrata sul corretto utilizzo delle risorse e sul rispetto dell’ambiente. (tratto da Codice Etico Gruppo Acmar)

Gestire efficacemente le risorse materiali ed energetiche e ridurre al minimo l’impatto ambientale delle attività d’impresa, queste sono le sfide che, alla luce della sempre crescente importanza del cambiamento climatico e del degrado ambientale, governi nazionali, istituzioni, imprese e cittadini dovranno affrontare nei prossimi anni.

 

Solare Fotovoltaico

Nel Dicembre 2010 con un investimento di oltre 750 mila Euro, la Capogruppo ACMAR ha ultimato i lavori per l’installazione sul tetto del proprio Centro Operativo a San Michele (Ravenna), di due impianti fotovoltaici per produzione di energia elettrica entrambi costituiti da 425 moduli fotovoltaici con celle in silicio policristallino e con potenza nominale di 99,875 kWp ciascuno. 

Gli impianti, entrati in funzione nel 2011, consentono di produrre complessivamente 218.092,16 kWh/anno e quindi di evitare l’emissione in atmosfera di ben 115,8 tonnellate di CO2 all’anno (dato calcolato applicando il fattore di conversione indicato dal Ministero dell’Ambiente per il mix elettrico italiano). 

Applicando opportuni fattori di decadimento delle prestazioni dei moduli si calcola poi che in dieci anni i due impianti  avranno permesso di evitare l’immissione in atmosfera di oltre 1.100  tonnellate di CO2.

Geotermico, Cogenerazione, materiali ad alta prestazione energetica

“Per sviluppo sostenibile si intende uno sviluppo che risponda alle necessità del presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare le proprie esigenze” (Gro Harlem Brundtland, Word Commission on Environment and Development, 1987)

Nell’ottica di perseguire una politica di significativa diminuzione delle emissioni di CO2 connesse ai fabbisogni energetici degli edifici, Acmar, a partire dal biennio 2009 – 2010, ha cominciato ad introdurre all’interno delle proprie iniziative immobiliari autopromosse, sistemi tecnologici di produzione del calore ad alta efficienza abbinati a sistemi di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. 
Tali sistemi, unitamente all’utilizzo di materiali innovativi ad elevate prestazioni energetiche e a diversi altri accorgimenti strutturali, progettuali ed impiantistici all'avanguardia, consentono il raggiungimento di elevate prestazioni energetiche che superano ampiamente i limiti minimi previsti dalla normativa vigente in materia di contenimento dei consumi energetici.

La Gestione dei Rifiuti

La produzione dei rifiuti speciali è direttamente collegata alle attività produttive, ovvero alla produzione di beni e servizi. In tal senso esiste un forte legame fra l’andamento del fatturato aziendale e la produzione di rifiuti speciali.

In Acmar nel 2013 sono stati prodotti complessivamente poco meno di 25 milioni di Kg di rifiuti speciali derivanti dalle attività di cantiere. La quasi totalità dei rifiuti speciali (97,1%) appartiene alla famiglia CER 17, ovvero rifiuti derivanti dalle operazioni di Costruzione e Demolizione compresa la costruzione di strade (C&D). Di questi l' 83,98% sono costituiti da miscele bituminose, il 9,68% da rifiuti misti dell'attività di costruzione e demolizione e il 3,36%  da terre e rocce da scavo.

La quasi totalità dei rifiuti prodotti sui cantieri nel 2013 è stata avviata a recupero e solo una piccolissima parte (0,07%) avviata a smaltimento. Questo importante risultato è il frutto di un’attenta e oculata applicazione sui cantieri di opportuni sistemi di stoccaggio e raccolta differenziata dei rifiuti, realizzati in accordo alle procedure del Sistema di Gestione Ambientale, unitamente alla costante attività di sensibilizzazione su tale tematica svolta su tutto il personale (interno ed esterno) che opera sui cantieri.